Vicky Wall - Guaritrice dell'Arcobaleno
img Con il velocissimo trascorrere degli ultimi anni la figura di Vicky Wall, la creatrice del sistema Aura Soma, si sta allontanando dall'ordinaria dimensione umana alla quale appartenne, per stimolare, nutrire, arricchire la fantasia delle persone che, sempre più numerose, vengono affascinate dalle bottiglie dell'Aura Soma. Come risultato, quella che fu una semplice, anche se straordinaria, energica ricercatrice spirituale sta assumendo le dimensioni di un mito.

Nata in Inghilterra, settima figlia di un settimo figlio, sfugge da una matrigna rigida ed opprimente all'eta di 16 anni. Viene accolta nella famiglia di un vecchio farmacista - Horseley, un uomo che traboccava di segreti della farmacopea inglese-europea del passato che trasmise alla giovane Vicky.

Affetta da diabete giovanile ed insufficienza cardiaca Vicky Wall dovette usare tutta la sua capacità di guarigione e una grande determinazione per poter vivere in modo sereno e creativo le varie fasi della sua vita. I suoi balsami e lozioni erano famosi e venivano abbondantemente richiesti. Vicky Wall già in verdissima età, si trovava a realizzare delle guarigioni prodigiose sugli ammalati, e a vedere chiaramente dei "manti di luce colorata" intorno ai corpi fisici delle persone. Per difenderla dagli scherni dei coetanei, il padre le aveva raccomandato dolcemente di non condividere ancora con gli altri questi suoi innati doni. Passarono decenni prima che Vicky potesse condividere la sua straordinaria chiaroveggenza con il mondo.

Perduta la vista a causa del diabete aumentò la facoltà della chiaroveggenza e si ritrovò con una vista interiore incredibilmente aumentata. Con inconfondibile certezza e chiarezza vedeva i colori intorno a tutto ciò che viveva: piante, pietre, animali, uomini; l'aura di tutte le creature della terra!Spinta da potenti forze superiori, come lei stessa afferma nel suo libro "Guarire con i colori" (Ediz. Mediterranee), e mettendo insieme la conoscenza dell'antica saggezza erboristica, Vicky Wall, una notte del 1983, diede alla luce le prime bottiglie Equilibrium, condividendo finalmente con il mondo il grande dono che le era stato dato.

In tempi molto brevi prima lei stessa, e poi milioni di persone sparse nel mondo, dovevano scoprire che attraverso queste bottiglie si potevano rispecchiare, esplorare, liberare, curare, illuminare parti fondamentali della propria anima.      continua a leggere ..
separator separator